The Nervous System, Part 1: Crash Course A&P #8

The Nervous System, Part 1: Crash Course A&P #8

SUBTITLE'S INFO:

Language: Italian

Type: Human

Number of phrases: 161

Number of words: 2103

Number of symbols: 11662

DOWNLOAD SUBTITLES:

DOWNLOAD AUDIO AND VIDEO:

SUBTITLES:

Subtitles prepared by human
00:00
Questa mattina è stata una mattina tipica per me. Mi sono svegliato pensando a quel sogno che continuo a fare riguardante un tizio travestito da bradipo e poi mi sono vestito perché avevo freddo, e poi ho fatto un toast col burro perché avevo fame, e poi ho lasciato uscire la mia cagna perché stava lamentandosi e fissandomi, e poi ho fatto del tè ma l'ho lasciato raffreddare prima di berlo perché mi sono scottato la bocca ieri. Oltre ad essere semplicemente parte delle mie abitudini mattutine, tutte queste azioni sono esempi di ciò che il mio sistema nervoso fa per me. Il sogno stravagante, la sensazione data dall'aria fredda e dal tè caldo, la decisione di cosa mettere sul toast, avvicinarsi alla porta sentendo il rumore fatto dal cane - tutto ciò è stato processato ed eseguito da segnali elettrici e chimici diretti da e verso cellule nervose. Non si ha mai finito di lodare l'importanza del sistema nervoso. Esso controlla OGNI COSA! Tutti gli organi, tutte le reazioni fisiologiche e psicologiche, persino l'altro grande controllore del corpo, il sistema endocrino, si inchina di fronte al sistema nervoso. Non ci sarebbe alcun "tu" senza di esso. Non ci sarebbe alcun "io" senza di esso. Non ci sarebbe alcun cane senza di esso. Non ci sarebbe alcun animale. Non ci sarebbero - non ci sarebbero cose -- ci sarebbero cose. Esso è importante. Ecco perché dedicheremo vari prossimi episodi ai concetti fondamentali
01:00
del sistema nervoso -- la sua anatomia e organizzazione, come comunica, e cosa succede quanto esso viene danneggiato. Qui è il comando missione, gente! Anche se praticamente tutti gli animali -- tranne quelli super semplici come le spugne -- hanno un sistema nervoso, il nostro è, probabilmente, il tratto più distintivo della nostra specie. Dallo di libri, al discutere sul viaggio nel tempo, al fare il giocoliere con dei coltelli -- tutti i pensieri, e le azioni, e le emozioni possono essere raggruppate in tre funzioni principali -- percezione sensitiva, integrazione ed emissione motoria. Immaginate un ragno zampettarvi sul ginocchio. I recettori sensoriali della vostra pelle percepiscono quelle otto zampette -- tale informazione è la percezione sensitiva. Da questa il vostro sistema nervoso processa lo stimolo e decide cosa farne. Questa funzione è detta "integrazione" -- per esempio, dovrei controllarmi e lasciarlo camminare su di me o dovrei perdere le staffe e correre in giro urlando "RAGNO!"? La frustata della vostra mano per rimuovere il ragno, e magari il vostro urlo indemoniato d'accompagnamento, costituiscono l'emissione motoria -- la risposta che avviene quando il vostro sistema nervoso attiva particolari parti del vostro corpo. Come potrete immaginare, è necessario un sistema ben coordinato per percepire, processare e agire sulla base di dati
02:14
come questi, tutto il tempo. E quando si parla del sistema nervoso, si parla davvero di multipli livelli organizzativi, a partire da due suddivisioni principali: il sistema nervoso centrale e quello periferico. Il sistema nervoso centrale è costituito dall'encefalo e dal midollo spinale -- il centro di controllo principale. È quello che decide di rimuovere il ragno e dà alla mano l'ordine. Il sistema periferico è composto da tutti i nervi che si diramano dall'encefalo e dal midollo spinale che permettono al sistema nervoso centrale di comunicare con il resto del corpo. E visto che la sua funzione è la comunicazione, il sistema nervoso periferico è fatto in modo da funzionare in entrambe le direzione: La divisione sensoriale o afferente è quella che percepisce gli stimoli sensoriale -- come: "Hey, c'è un aracnide su di te." -- e trasferisce tale informazione all'encefalo. La divisione motoria o efferente è quella che invia segnali dall'encefalo ai muscoli e alle ghiandole -- come: "Hey, mano, che ne dici di fare qualcosa riguardo quel ragno?" La divisione motoria include anche il sistema nervoso somatico, o volontario, che governa i movimenti dei muscoli scheletrici, e il sistema nervoso autonomo, o involontario, che mantiene Il battito del cuore, il respiro dei polmoni e il movimento gastrico. E, inoltre, anche il sistema nervoso autonomo ha le sue parti complementari. La divisione
03:15
simpatica induce il corpo all'azione rendendovi nervoso, come: "Gah! RAGNO!" -- mentre la divisione parasimpatica rilassa il corpo e induce alla calma... Come: "Non era una vedova nera o nulla di pericoloso; stai bene, respira!" Quindi, questa è l'organizzazione del sistema nervoso in pillole. Ma non importa di quale parte di esso si parli, sono tutte fatte, principalmente, di tessuto nervoso, che ricorderete essere densamente ricco di cellule. Forse meno del 20 percento di questo tessuto consiste di spazio extracellulare. Tutto il resto? Cellule. Il tipo di cellule di cui avrete più probabilmente sentito parlare sono i neuroni, o cellule nervose, che rispondono agli stimoli e trasmettono segnali. Queste cellule si beccano tutta la pubblicità -- sono quelle che ringraziamo ogni volta che superiamo un esame o che pensiamo a un modo sagace di ribattere durante una discussione. Ma questi ultimi, in realtà, non costituiscono che una piccola parte del tessuto nervoso perché sono circondati e protetti da ammassi di neuroglia, o cellule gliali. Un tempo considerate solo l'impalcatura o la colla che teneva i neuroni assieme, ora sappia che le nostre differenti cellule gliali svolgono molte altre importanti funzioni e compongono circa la metà della massa encefalica, superando numericamente i loro colleghi neuroni con un rapporto di circa 10 a 1.
04:18
Gli astrociti, aventi forma a stella, si trovano nel sistema nervoso centrale e sono le più abbondanti e versatili cellule gliali. Essi ancorano i neuroni ai vasi sanguigni e controllano lo scambio di materiale tra neuroni e capillari. Nel sistema nervoso centrale si trovano anche, con funzione protettiva, le cellule della microglia -- esse sono più piccole e hanno un aspetto scabro e fungono da principali mediatrici delle funzioni immunitarie contro microrganismi invasori nell'encefalo e nel midollo spinale. Le cellule ependimali ricoprono le cavità dell'encefalo e del midollo spinale e producono, secernono e fanno circolare il liquido cerebrospinale che riempie tali cavità e funge da ammortizzatore. E, infine, gli oligodendrociti del sistema nervoso centrale avvolgono i neuroni, formando una barriera isolante chiamata "guaina mielinica". Dunque, nel sistema nervoso periferico ci sono solo due tipi di cellule gliali. Le cellule satelliti fanno praticamente ciò che gli astrociti fanno nel sistema nervoso centrale -- esse circondano e sostengono i corpi cellulari neuronali. Le cellule di Schwann, invece, sono simili agli oligodendrociti, in quanto esse avvolgono gli assoni formando la guaina mielinica isolante. Quindi non sottovalutate le cellule gliali -- esso sono in superiorità numerica, in termini cellulari. Ma, ovviamente,
05:18
quando si tratta di superare esami e vincere discussioni, la maggior parte del lavoro pesante è compiuto dai neuroni. Ed essi non sono tutti uguali -- in effetti sono altamente specializzati, essendo presenti in ogni forma e dimensione -- da quelli minuscoli nell'encefalo a quelli che percorrono l'intera lunghezza della gamba. Ma tutti quanti condividono tre fighissimi tratti comuni. Numero 1. Essi sono alcune tra le cellule più longeve del corpo. C'è molto dibattito, attualmente, per capire se, in effetti, si nasca con tutti i neuroni che si avranno per sempre; tuttavia alcune ricerche sostengono che, almeno nella corteccia cerebrale encefalica, i neuroni vivono tanto a lungo quanto l'individuo. Tratto figo numero 2. Essi sono insostituibili. È un bene che essi siano così longevi, perché i neuroni non si rinnovano costantemente come le cellule epidermiche. La maggior parte dei neuroni sono amitotici, quindi, una volta assunti i rispettivi ruoli nel sistema nervoso, perdono la capacità di dividersi. Pertanto abbiate cura di loro! E numero 3. Essi hanno un enorme appetito. Come un calciatore adolescente, i neuroni hanno un tasso metabolico folle. Essi necessitano di un costante e abbondante rifornimento di glucosio e ossigeno e circa il 25 percento delle calorie assunte quotidianamente sono consumate dalle
06:20
attività cerebrali. Insieme a queste meravigliose qualità i neuroni condividono anche la stessa struttura di base. Il soma, o corpo cellulare, è il supporto vitale del neurone. Possiede tutti i normali organuli cellulari come un nucleo, DNA, mitocondri, ribosomi e citoplasma. Le appendici cespugliose e ramificate che si diramano dal soma sono i dendriti. Essi sono gli ascoltatori -- raccolgono messaggi, notizie e pettegolezzi dalle altre cellule e convogliare tali informazioni al corpo cellulare. L'assone del neurone, invece, è il parlatore. Questa lunga estensione, o fibra, può essere cortissima o percorrere un intero metro dal midollo spinale alla caviglia. Ci sono varie differenti conformazioni assoniche nel corpo, ma nel più abbondante tipo di neuroni, gli assoni trasmettono gli impulsi elettrici dal corpo cellulare ad altre cellule. Per noi studenti di biologia, è una buona cosa che le cellule nervose non siano tutte identiche. In quanto le differenze strutturali sono uno dei modi in cui li distinguiamo e classifichiamo. Il tratto principale che guardiamo è quante apofisi si diramano dal corpo cellulare. Un'"apofisi", o "processo", è un'escrescenza di una struttura organica. Il 99 percento di tutti i neuroni sono neuroni multipolari, con tre o più apofisi fuoriuscenti
07:22
dal soma -- comprendenti un assone e un mucchio di dendriti. I neuroni bipolari hanno due processi -- un assone e un singolo dendrite -- che si estendono dalle parti opposti del corpo cellulare. Questi ultimi sono abbastanza rari, trovandosi solo in alcuni particolari parti sensitive, come la retina oculare. I neuroni unipolari, d'altronde, hanno un solo processo e si trovano soprattutto nei recettori sensoriali. Dunque, se doveste mai trovarvi a sondare il sistema nervoso di qualcuno, ricordate questi tre tratti per aiutarvi a capire cosa stiate guardando. Ma per il fatto che stiamo parlando di fisiologia oltre che di anatomia, dobbiamo classificare queste cellule in virtù della loro funzione, e ciò dipende da come un impulso viaggia attraverso un neurone in relazione all'encefalo e al midollo spinale. I neuroni sensoriali, o afferenti, captano i messaggi e trasmettono impulsi dai recettori sensoriali nella pelle o negli organi interni e li mandano verso il sistema nervoso centrale. La maggior parte dei neuroni sensoriali sono unipolari. I neuroni motori, o efferenti, fanno l'opposto -- essi sono in maggior parte multipolari e trasmettono impulsi dal sistema nervoso centrale ai muscoli e alle ghiandole del corpo. E poi ci sono gli interneuroni, o neuroni associativi, che sono localizzati nel sistema nervoso
08:24
centrale e che trasmettono impulsi tra i neuroni sensoriali e quelli motori. Gli interneuroni sono i più abbondanti tra i neuroni del corpo e sono soprattutto multipolari. OK! È ora delle conoscenze applicate! Ripassiamo tutto ciò che abbiamo imparato finora nei termini di quel ragno sul vostro ginocchio. Quelle otto zampette striscianti prima attivano i vostri neuroni unipolari sensoriali nella pelle del ginocchio quando sentono qualcosa zampettare su di voi. Il segnale viaggia in un assone avvolto da cellule di Schwann lungo il midollo spinale, dove viene trasmesso a vari neuroni multipolari. Ora, alcuni di quegli interneuroni potrebbe inviare un segnale direttamente a un mucchio di neuroni multipolari del vostro muscolo quadricipite nella coscia, inducendovi a scalciare prima ancora che vi accorgiate di cosa sta accadendo. Altri interneuroni passeranno quel segnale a neuroni che lo trasportino lungo il midollo spinale fino all'encefalo. Lì è dove il corpo prima riconosce quella cosa essere un ragno e le connessioni tra neuroni interpretano e dividono il segnale cosicché possiate o urlare e iniziare a divincolare le braccia animalescamente... o... rimanere calmi e rimuovere dignitosamente il ragno dalla vostra persona. È tutto basato sulle connessioni tra neuroni. Ciò mi porta ad una domanda completamente nuova: "Come?"
09:26
Come, in nome di Jean-Martin Charcot, le cellule usano la chimica e l'elettricità per comunicare tra di loro? È uno degli aspetti più stupefacentemente complicati del sistema nervoso e in pratica di tutta la vita ed è ciò che copriremo nella nostra prossima lezione. Oggi avete imparato come le recezioni sensoriali, l'integrazione e le emissioni motorie del vostro sistema nervoso governino praticamente tutto il vostro mondo. Abbiamo parlato di come i sistemi nervosi centrale e periferico sono organizzati e di cosa fanno e abbiamo osservato il ruolo delle differenti cellule gliali nelle funzioni del tessuto nervoso. Abbiamo anche osservato il ruolo, l'anatomia e le funzioni dei diversi tipi di neuroni nel corpo, sia strutturalmente che funzionalmente, e come tutto agisce quando percepite un ragno zampettarvi sulla pelle. Grazie per aver guardato il video, in particolare a tutti gli iscritti di Subbable, che rendono Crash Course possibile per loro stessi e per il resto del mondo. Per scoprire come diventare un sostenitore, visitate subbable.com. Questo episodio è stato scritto da Kathleen Yale, il copione redatto da Blake de Pastino, e il nostro consulente è il Dr. Brandon Jackson. L'episodio è stato diretto da Nicholas Jenkins e Michael Aranda e il nostro team grafico è Thought Café.

DOWNLOAD SUBTITLES: